Come pulire la ventola di un Notebook

Come pulire la ventola di un Notebook

La ventola di un pc portatile serve a raffreddare i componenti interni al notebook, la cpu, il chipset e la scheda video tendono a surriscaldarsi durante la loro normale attività, quindi è necessario mantenere una certa temperatura.

La ventola è collegata a diversi tubi di calore e dissipa il calore attraverso la rotazione più o meno accentuata di diverse pale. Dunque l’aria viene attirata all’interno del notebook e lo raffredda.

Con il passare del tempo e a seconda di dove viene utilizzato il notebook, può succedere che della polvere si depositi all’interno delle pale della ventola, quindi l’ingresso dell’aria viene limitato (o inibito). Il notebook, che fino a ieri funzionava perfettamente, ora incomincia a SCALDARSI TROPPO, lo si sente “faticare” quando compie certe operazioni, RALLENTA e alle volte SI SPEGNE.

Il notebook ha delle protezioni contro le alte temperature, quindi si spegne automaticamente quando supera una certa soglia (generalmente sui 90°)

Sarà quindi NECESSARIO rimuovere questa polvere!

(non aspettiamo che un notebook si spenga per pulire la ventola, quando ci accorgiamo che incomincia a surriscaldarsi, rimbocchiamoci le maniche..! Le alte temperature comunque danneggiano i circuiti interni del portatile, anche in maniera irreparabile)

Esistono dei piccoli aspirapolvere portatili che cercano di aspirare aria, rimuovendo la polvere, dalla ventola principale del notebook. Sono di dimensioni ridotte e si applicano sulle prese d’aria del notebook.

Se si cerca di utilizzare un aspirapolvere tradizionale (da pavimento) la sua eccessiva potenza potrebbe rompere le pale di raffreddamento o danneggiare i componenti interni del portatile.

Il metodo migliore però per pulire la ventola di un notebook è aprirlo, arrivare alla ventola e pulirla tramite un PENNELLO MORBIDO.

..se non sei sicuro, e non vuoi rischiare di rompere il tuo portatile, rivolgiti ad un esperto (da PazzoPc una pulizia completa della ventola costa 20€ – www.pazzopc.it)

Ogni notebook è diverso e, a seconda dei modelli, ha un suo modo di aprirlo. Su alcuni modelli è sufficiente togliere un coperchio posteriore per raggiungere comodamente la ventola di raffreddamento, per altri modelli è necessario smontare completamente la scheda madre per effettuare una pulizia completa. Generalmente però si arriva a questo punto

come-pulire-la-ventola-di-un-notebook come-pulire-la-ventola-di-un-pc-portatile

Pulire delicatamente ogni parte, ogni pala, e assicurarsi nel dissipatore non vi sia più povere, quando siamo sicuri di aver depurato ogni componente, rimontiamo tutto e accendiamo il nostro pc portatile.

pulire-la-ventola-di-un-notebook

Ora dovrebbe essere tornato tutto nella normalità…!

Se così non fosse, allora probabilmente la vostra ventola si è danneggiata con il passare del tempo e non è più in grado di raffreddare a dovere, in questo caso va sostituita. Generalmente si trova su internet (Ebay, Amazon) un modello compatibile che rimpiazzerà la vostra ventola danneggiata (nel nostro caso, la ventola giusta è questa, l’ho trovata su Amazon cercando il suo modello, scritto sulla ventola “ksb06105hb”)

In alternativa si possono utilizzare delle basi di raffreddamento per notebook come questa

 

Sono delle ventole, generalmente alimentate dall’ingresso usb del notebook, che tentano di raffreddare.

Possono aiutare in alcuni casi anche se sarebbe meglio risolvere il problema in origine (dunque pulire o sostituire la ventola principale del notebook).